Arte19-VVR
VVR è resistenza. VVR è gioco. VVR è arte.
L’arte non è il virus. L'arte non è vettore di contagio. L'arte non deve morire.

Il Virus Arte-19 si sta diffondendo sempre più velocemente in tutto il globo, il lockdown è un fantasma che si affaccia di continuo, la libertà è ormai un tema dalle molteplici narrazioni. Secondo il Governo Centrale il virus ha iniziato a diffondersi tra palchi di concerti e performance teatrali, tra le poltrone dei cinema e le opere esposte nelle mostre.

La causa del contagio sono gli artisti, dicono. Vogliono far passare questa come tesi univoca e inconfutabile ed è iniziato il rastrellamento. Palco dopo palco, spazio dopo spazio, gli artisti sono stati prelevati e rinchiusi in una prigione di massima sicurezza da cui sembra impossibile riuscire ad evadere.

La Fuso-Society ha deciso di opporre resistenza e mobilitarsi per liberare gli artisti imprigionati, creando un luogo dove possano continuare ad esprimersi e ad emozionare. Perché l’arte non è un pericoloso virus da combattere ma è piuttosto ciò che può aiutarci a pensare liberamente.

Non lasciamo gli artisti confinati nelle gabbie dell'indifferenza.

Aiutaci a liberarli, arruolati nella Fuso-Society, unisciti alla resistenza.

Come? La prima regola del VVR è “non parlare mai del VVR”.

Arte19-VVR

Free Entry

2020-11-25T23:00:00.000Z | 2020-11-30T22:30:00.000Z

Mozilla Hubs, Neuenhof Switzerland, Neuenhof, Switzerland

  • 25 // 30 novembre 2020 | Mozilla Hubs, Neuenhof, Switzerland

Festival

VVR è resistenza. VVR è gioco. VVR è arte.
L’arte non è il virus. L'arte non è vettore di contagio. L'arte non deve morire.

Il Virus Arte-19 si sta diffondendo sempre più velocemente in tutto il globo, il lockdown è un fantasma che si affaccia di continuo, la libertà è ormai un tema dalle molteplici narrazioni. Secondo il Governo Centrale il virus ha iniziato a diffondersi tra palchi di concerti e performance teatrali, tra le poltrone dei cinema e le opere esposte nelle mostre.

La causa del contagio sono gli artisti, dicono. Vogliono far passare questa come tesi univoca e inconfutabile ed è iniziato il rastrellamento. Palco dopo palco, spazio dopo spazio, gli artisti sono stati prelevati e rinchiusi in una prigione di massima sicurezza da cui sembra impossibile riuscire ad evadere.

La Fuso-Society ha deciso di opporre resistenza e mobilitarsi per liberare gli artisti imprigionati, creando un luogo dove possano continuare ad esprimersi e ad emozionare. Perché l’arte non è un pericoloso virus da combattere ma è piuttosto ciò che può aiutarci a pensare liberamente.

Non lasciamo gli artisti confinati nelle gabbie dell'indifferenza.

Aiutaci a liberarli, arruolati nella Fuso-Society, unisciti alla resistenza.

Come? La prima regola del VVR è “non parlare mai del VVR”.

Production